Si va verso la medicina rigenerativa per curare il diabete?

Sappiamo che nel diabete tipo 1 il sistema immunitario riconosce come estranee le cellule beta pancreatiche, produttrici di insulina, distruggendole. Oggi un gruppo di ricercatori dell’Istituto di Ricerca della Novartis a San Diego, California, USA, ha trovato il modo di rigenerare le cellule beta, recuperando la loro funzionalità.
L’idea di rigenerare le cellule beta non è nuova e molti tentativi fatti in modelli sperimentali animali, in particolare nei topi, non funzionavano sulle cellule umane. D’altra parte è stato dimostrato che le cellule beta nell’uomo sono in grado di dividersi durante l’infanzia e i ricercatori della Novartis hanno concentrato i loro sforzi su questo dato. Infatti, hanno individuato un metodo per rilevare la divisione delle cellule beta in coltura e hanno selezionato sostanze del gruppo delle aminopirazine, che favoriscono questo processo biologico.

Oltretutto, hanno dimostrato una cosa fondamentale: queste cellule beta rigenerate sono in grado di produrre insulina in risposta al glucosio. Con questi risultati hanno somministrato le sostanze individuate a topi che mimano il diabete tipo 1 dell’uomo e – dopo due settimane – hanno rilevato che i topi erano in grado di controllare le glicemie e gli esami successivi hanno messo in evidenza che negli animali la massa beta cellulare era aumentata.
La prossima tappa sarà quella di selezionare tra tutte quella sostanza che possa favorire la rigenerazione beta cellulare e che possa essere somministrata con sicurezza nell’uomo.
Da: Shen W. E coll. Nature Communications 26 ottobre 2015. doi: 10.1038/ncomms9372
Condividi queste informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *