Un passo alla volta verso il “pancreas artificiale”

Nei giorni scorsi si è tenuto a Roma un convegno dal titolo “Diabete: l’era della tecnologia intelligente”, durante il quale è stato fatto il punto sul ruolo dell’innovazione tecnologica nella gestione della malattia. Una novità sarà già disponibile in tempi brevi in Italia: il microinfusore “smart” ovvero intelligente. Infatti, attraverso un sistema integrato, lo strumento arriva a bloccare l’erogazione di insulina prima della vera e propria crisi ipoglicemica, sfruttando un algoritmo che permette

di prevedere il rischio di livelli glicemici inferiori alla norma sulla base della raccolta dei dati precedenti. Una volta ripristinati livelli glicemici più sicuri, il sistema riprende automaticamente la somministrazione di insulina. E’ un passo avanti verso il cosiddetto “pancreas artificiale”, se pensiamo che nelle persone con diabete tipo 1 è molto elevato sia il rischio di episodi ipoglicemici notturni/ ipoglicemie gravi sia di iperglicemie da “rimbalzo”, in risposta a questi eventi.
Condividi queste informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *